La redditività del mining di Bitcoin sale al massimo di sei mesi

L’aumento del prezzo del bitcoin ha portato a un aumento del reddito dei minatori. Entro la fine di ottobre, hanno guadagnato $ 353 milioni (+ 8%), come precedentemente riportato dagli analisti di CoinMetrics.

Gamdom.com – Unisciti alla lotta per $ 50.000Inizia a guadagnare punti per tutte le monete Gamdom scommesse e guarda fino a che punto puoi scalare la classifica!

Il reddito dei minatori è tornato ai livelli osservati nel periodo che precede il cosiddetto dimezzamento di maggio (riduzione della ricompensa per l’estrazione di un blocco).

Nei primi cinque giorni di novembre, le entrate dei minatori di bitcoin sono già ammontate a quasi 21 milioni di dollari. L’ultima volta che hanno ricevuto circa gli stessi vantaggi all’inizio di maggio 2020.

Huawei presenta uno smartphone con portafoglio digitale in yuan integrato

Gli analisti attribuiscono questa tendenza al rally in corso di bitcoin. Parallelamente, c’è stato un aumento delle commissioni per l’elaborazione delle transazioni nella rete BTC. Dalla fine di ottobre le tariffe sono aumentate di quasi il 200%. Dall’inizio di novembre, i minatori hanno guadagnato $ 4,15 milioni dall’elaborazione delle commissioni, che rappresenta circa il 20% del loro reddito totale.

Il team di CryptoQuant ritiene che molti pool minerari inizieranno presto a vendere i bitcoin accumulati per incassare il rally di novembre.

In precedenza, il CEO di CryptoQuant, Ki Yang Joo, ha twittato che i grandi detentori di criptovaluta hanno già iniziato a portare BTC negli scambi. Questo è un segnale allarmante per il mercato. Tuttavia, lo stesso esperto ritiene che i minatori cercheranno di aspettare un prezzo di bitcoin più alto per sfruttarlo al meglio.